Tutti stanno parlando di questo super bonus del 110% approvato dal governo ma di cosa si tratta esattamente?

Si tratta di un'agevolazione fiscale introdotta dal recente decreto che consente di ristrutturare casa e renderla più efficiente dal punto di vista energetico senza spendere un solo euro!

Sì hai capito bene, hai veramente la possibilità di non spendere un solo euro

Una vera spinta all’edilizia ma anche un incentivo per riqualificare le nostre abitazioni.

Ma come ogni cosa creata in Italia, fatta la legge creato il caos.

Infatti pretendere di capire
esattamente che cosa si deve fare per sfruttare questa occasione è un’utopia.

Non solo perché il testo è pieno di termini tecnici, ma anche perché rimanda a ulteriori decreti ministeriali e chiarimenti dell’agenzia delle entrate.

Per questo motivo è difficile sapere con esattezza come bisogna muoversi, ma per fortuna ci sono io a farvi un po’ di chiarezza.

Mi presento:

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Ecco come funziona il bonus 110%​

Lo stato ti rimborsa le spese dei lavori sulle tasse che andrai a pagare ossia decurtando le spese che hai sostenuto in uno sconto che si spalma in cinque anni.

Nel caso tu non voglia spendere la somma, puoi fare ugualmente i lavori cedendo il
bonus alla ditta che ti farà la
ristrutturazione in questo caso
lo stato andrà poi a rimborsare la ditta
edile.

Insomma, in ogni caso ci guadagni sempre, ed è un’occasione da prendere al volo.

Come funziona la percentuale?

La prima cosa che salta all’occhio però è la percentuale perché il 110% e non il 100%?

Significa che se spendi 100 euro per fare i lavori lo stato ti restituisce i 100 che hai speso più 10 in più non certo per consentirti di fare un utile ma per coprire gli interessi che paghi sull’eventuale prestito.

Come detto però puoi cedere il bonus fiscale alla banca che ti presta i soldi per i lavori o alla ditta che ti farà materialmente i lavori in questo caso non anticipi nulla, quindi il bonus fiscale sarà solo del 100% visto che non ci sono interessi sicuramente.

Questa è la scelta più allettante che consiglio sempre ai miei clienti perché non dovranno anticipare neanche un euro.

Ricapitolando, le opzioni sono 3:

  1. prima paghi lavori porti le spese in detrazione tramite la dichiarazione dei redditi e nell’arco di cinque anni lo stato ti restituisce il 100% delle spese oltre ad un 10% per gli interessi che hai dovuto sostenere
  2. chiedi tutti i soldi alla banca e ci paghi subito i lavori cedendo poi alla stessa banca il bonus del 100%
  3. hiedi alla ditta di farti lavori gratis e le cedi il bonus del 100% sui lavori che ti farà

Quali sono le tipologie di lavori concesse dal bonus 110%?

  1. Isolamento dell’edificio cioè il cappotto termico che può essere fatto sia per isolare l’edificio dall’esterno sia dall’interno
  2. Sostituzione dell’ impianto di riscaldamento esistente con uno alimentato da una pompa di calore o con caldaia a condensazione o sistema di micro generazione.
  3. Mettere in sicurezza antisismica l’edificio

Cosa devo fare per avere il bonus?

La condizione essenziale per avere il bonus è di alzare almeno di due classi energetiche la vostra casa oppure almeno di una classe quando questo non è possibile.

Inoltre i lavori dovranno essere eseguiti tra il 1 luglio 2020 ed il 31 dicembre 2021

Vuoi anche tu sfruttare questo bonus però non sai come muoverti oppure vorresti avere una persona di fiducia che ti segua passo dopo passo in questo iter burocratico che ti assicuro non è per nulla semplice?

Lascia i tuoi dati qua sotto e ti richiamerò personalmente entro 24 ore per trovare la soluzione specifica adatta al tuo caso​